Scuola di fisiologia e biofisica

La Scuola di Fisiologia e Biofisica nasce nel 1997 sotto l'egida della Società Italiana di Fisiologia partendo dalla consapevolezza che lo sviluppo, negli ultimi anni, delle tecniche di indagine in questo settore (patch-clamp, video imaging, metodi di misura del ciclo cellulare, differenziamento, ecc.) è stata così convulsa da rendere, qualche volta, assai arduo il compito di chi volesse anche solo seguirne l'evoluzione. Contemporaneamente, con la drastica diminuzione dei fondi si è venuta a creare anche una assoluta necessità di ridimensionare il budget rivolto alla partecipazione a corsi e/o congressi con ripercussioni negative soprattutto a carico dei ricercatori più giovani.

Una possibilità per cercare di superare i problemi esposti è quella di istituire una attività periodica sotto forma di scuola all'interno della quale poter sviluppare ciclicamente gli argomenti di interesse specifico. La frequenza, limitata a 20-25 ricercatori, dovrebbe essere riservata ai giovani sotto i 30-35 anni che, al di là dell'esperienza specifica nel campo, siano fortemente motivati alla partecipazione ai corsi. Il costo della frequenza dovrebbe essere estremamente contenuto per evitare che possa diventare un fattore di discriminazione. L'organizzazione del corso, dovrebbe essere articolata in una componente teorica ed una pratica lasciando ampio margine per discussioni informali e gestite direttamente dai partecipanti su temi predeterminati e/o su quant'altro dovesse emergere durante il periodo di partecipazione.



XXI corso residenziale, 2017

"I metodi e i limiti della ricerca nello spazio: dalle cellule all’uomo"

Libera Università di Alcatraz (www.alcatraz.it) - Santa Cristina di Gubbio (PG).

Sinossi. La ricerca di tipo biomedico in ambito spaziale è sicuramente un argomento di grande interesse per le caratteristiche proprie che essa ha e che non si trovano facilmente in altri ambiti. Tra gli elementi di peculiarità assume rilievo la difficoltà di riprodurre con adeguatezza non facile da raggiungere in laboratori sulla terra, le condizioni sperimentali da studiare durante il volo nello spazio.
Lo scopo del Corso, che vede impegnati come relatori sperimentatori direttamente coinvolti nella ricerca spaziale, è quello di permettere un confronto diretto con le difficoltà e gli obiettivi che questo settore scientifico pone, ma all’interno del quale la risposta fisiologica adattativa, sia cellulare che sistemica, rappresenta un aspetto fondamentale del problema da risolvere.

Programma download

Locandina download

La adesione alle attività del corso, aperta ad un massimo di 25 ricercatori (dottorandi, postdocs, etc.) senza limiti di età, è completamente gratuita. E’ previsto solo un contributo di 200 € a parziale copertura delle spese di soggiorno in pensione completa.
La richiesta di partecipazione, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri) dovrà essere inviata direttamente al Prof. Giorgio Fanò Illic (fanoillic@gmail.com) e per conoscenza alla Prof.ssa Valeria Marsili (valeria.marsili@unipg.it) entro il 15 maggio p.v. Se le domande saranno eccedenti le disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto di età, formazione e provenienza geografica dei candidati.
I ricercatori ammessi al corso riceveranno una comunicazione entro il 20 maggio 2017 insieme alle modalità per il versamento, anticipato, del contributo previsto.

Coordinamento generale: Giorgio Fanò-Illic & Valeria Marsili

 

60 anni dopo Hodgkin & Huxley attraverso Katz & Miledi: tecniche combinate di elettrofisiologia, fisiologia cellulare e molecolare per lo studio di canali ionici di membrana

Istituto di Fisiologia Umana di Roma La Sapienza, 2-6 dicembre 2008

 

Il corso 2010 della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF si terrà a Firenze presso il LENS (European Laboratory for Non-Linear Spetroscopy, Via Nello Carrara 1, Polo Scientifico di Sesto Fiorentino, Firenze 50019, http://www.lens.unifi.it/) dal 10 al 13 Maggio 2010. Il corso teorico-pratico avrà inizio nel primo pomeriggio del 10 e terminerà nella tarda mattinata del 13 maggio.

Il Corso è organizzato da Corrado Poggesi con la collaborazione di Francesco Pavone, responsabile della sezione di Biofotonica del LENS. Gli argomenti trattati riguarderanno tecniche di:

  • Microscopia Non Lineare (2nd Harmonic Generation, Two-Photon-Excitation Imaging, Fluorescence Lifetime Imaging Microscopy, Spatial Lifetime Imaging Microscopy);
  • Imaging e Manipolazione di Singola Molecola (Optical Traps, Single Particle Tracking) ed esempi di applicazione di queste tecniche a studi di fisiologia molecolare e cellulare, neurofisiologia, biofisica del muscolo scheletrico e cardiaco.

Nei corsi interverranno, oltre che ricercatori del LENS e fisiologi di Firenze, anche colleghi di Genova, Pavia e Roma. Le dimostrazioni pratiche si svolgeranno presso laboratori situati al LENS, nel Laboratorio di Fisiologia presso il vicino Dipartimento di Fisica e presso il C.I.DE.BI.P di Villa Basilewski (via Lorenzo il Magnifico, 104, Firenze). Un programma dettagliato del corso verrà predisposto nei prossimi giorni.

Il corso teorico-pratico sarà aperto a un massimo di 16 ricercatori (dottorandi, post-doc e ricercatori interessati agli argomenti proposti). Stiamo verificando la possibilità di coprire i costi di pernottamento a Firenze dei partecipanti dietro pagamento di una modesta quota di iscrizione.

La richiesta di partecipazione, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri) dovrà essere inviata direttamente al responsabile del corso (corrado.poggesi@unifi.it) entro il 15 Aprile 2010. Se le domande saranno eccedenti le disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto dell'età, formazione e provenienza dei candidati.

 

Il corso 2011 della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF, "New technologies for the study of the central nervous system", si terrà a Genova presso il Department of Neuroscience and Brain Technologies, The Italian Institute of Technology, Via Morego 30, 16163 Genova, dal 4 al 7 aprile 2011.

Partecipanti:
Il corso teorico-pratico aperto a un massimo di 15 ricercatori (dottorandi, postdocs, etc.) di età inferiore ai 35 anni.La partecipazione è a spese della Società.

Vitto e alloggio:
Pernottamento: compreso nella quota di partecipazione in camere doppie c/o Hotel Assarotti (nel centro di Genova) (camera singola costo extra)
Trasporti: shuttle service Piazza Corvetto-IIT per tutti i giorni del corso (eccetto arrivo e partenza)
Lunch: compreso nella quota di partecipazione

Application:
La richiesta di partecipazione, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri) dovrà essere inviata direttamente al responsabile del corso (fabio.benfenati@iit.it) entro il 28 febbraio 2011. Se le domande saranno eccedenti le disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto dell'età, formazione e provenienza dei candidati.

Temi e programma del Corso:

  1. In vivo imaging by two-photon microscopy (Tommaso Fellin, Marco Dal Maschio, Riccardo Beltramo)
  2. Targeted in vivo patch-clamp for the study of cortical plasticity (Paolo Medini, Giuliano Iurilli)
  3. Patch-clamp on virus-transduced neurons reproducing genetic diseases at cellular level (Pietro Baldelli, Lucian Medhrian, Gabriele Lignani)
  4. Multisite recordings in network electrophysiology (Luca Berdondini, Axel Blau, Michela Chiappalone, Enrico Ferrea)
  5. Optogenetic control of neural activity (Diego Ghezzi, Marco Dal Maschio, Fabrizia Cesca)
  6. Studying exo-endocytosis with pH-sensitive, synaptic vesicle-targeted fluorescent probes (Anna Fassio, Hanneke Verstagen, Manuela Fadda)
  7. Study of neurotransmitter receptor trafficking in live neurons by single molecule tracking (Andrea Barberis, Enrica Petrini)
  8. Modeling synaptic transmission and network processing (Thierry Nieus, Sergio Martinoia, Alessandro Maccione)
  9. Neuronal micromanipulation and microlesion techniques (Axel Blau, Francesco di Fato, Evelina Chieregatti)

Programma:

Lunedi 4 APRILE 2011
Pomeriggio
14:00-14:30 Registrazione
14:30-15:00 Introduzione al Corso (F. Benfenati)
15:00-16:00 Tommaso Fellin
Functional imaging in vivo by scanning or holographic two-photon microscopy
16:00-17:00 Paolo Medini
Targeted in vivo patch-clamp for the study of cortical plasticità
17:00-18:00 Pietro Baldelli
Patch-clamp on virus-transduced neurons reproducing genetic diseases at cellular level

Martedi 5 APRILE 2011
Mattina
9:00-13:00 Attività sperimentali 1-3 (a rotazione, gruppi di 5)
Pomeriggio
15:00-16:00 Luca Berdondini, Axel Blau
Multisite recordings in network electrophysiology
16:00-17:00 Diego Ghezzi, Marco Dal Maschio
Optogenetic control of neural activity
17:00-18:00 Anna Fassio
Studying exo-endocytosis with pH-sensitive, synaptic vesicle-targeted fluorescent probes

Mercoledi 6 APRILE 2011
Mattina
9:00-13:00 Attività sperimentali 4-6 (a rotazione, gruppi di 5)
Pomeriggio
15:00-16:00 Andrea Barberis, Enrica Petrini
Study of neurotransmitter receptor trafficking in live neurons by single molecule tracking
16:00-17:00 Thierry Nieus, Sergio Martinoia
Modeling synaptic transmission and network processing
17:00-18:00 Francesco Di Fato, Axel Blau
Neuronal micromanipulation and microlesion techniques
20:00 Cena sociale

Giovedi 7 APRILE 2011
Mattina
9:00-13:00 Attività sperimentali 7-9 (a rotazione, gruppi di 5)
Pomeriggio
14:00-15:00 Conclusioni

 

Il corso 2012 della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF, "Fisiologia degli ambienti straordinari: risposte acute e adattamenti dell’organismo all’altitudine", si terrà a Torino presso il Dipartimento di Neuroscienze, sezione di Fisiologia, Corso Raffaello 30, 10125 Torino, e al Rifugio Guide del Cervino - Plateau Rosà (Breuil-Cervinia) dal 16 al 20 aprile 2012.

Direttore: Prof. Gianni Losano
Responsabile: Prof. Pier Giorgio Montarolo
Organizzatore: Prof. Pasquale Pagliaro
Laboratori in quota: Prof. Fabrizio Benedetti

Obiettivi:
Il corso teorico-pratico (lezioni e esercitazioni) si propone di introdurre i giovani ricercatori alla conoscenza delle risposte fondamentali dell’organismo umano all’altitudine (ipossia ipobarica, freddo, secchezza dell’aria) in condizioni acute e croniche e di presentare le principali metodiche che consentono di osservare e misurare questi fenomeni.

Partecipanti:
Il corso è aperto a un massimo di 15 ricercatori (dottorandi, postdocs, etc.) di età inferiore ai 35 anni. La quota di partecipazione (a parziale copertura dei costi sostenuti dalla Società) a carico dei partecipanti è di 200 euro e comprende la sistemazione in albergo /rifugio in camera multipla, il vitto e i trasporti al Plateau Rosa. Sono previste due notti in albergo a Torino e due notti al rifugio delle Guide alla Testa Grigia di Plateau Rosa (Breuil-Cervinia) a 3500 m. Il soggiorno in alta quota richiede adeguato abbigliamento e disponibilità ad affrontare alcuni disagi legati all’ambiente (affaticabilità, insonnia, inappetenza ecc), che potrebbero eventualmente essere presenti.

Domanda di partecipazione:
La richiesta di partecipazione, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri) dovrà essere inviata direttamente alla segreteria SIF (e-mail: fisiologia@unich.it) entro il 31 marzo 2012. Se le domande saranno eccedenti le disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto dell'età, formazione e provenienza dei candidati.

Schema delle attività: settimana 16-20 Aprile

lunedì 16
mattina: arrivo a Torino, incontro presso il Dipartimento di Neuroscienze, sezione di Fisiologia, in corso Raffaello 30
pomeriggio:
h 14 introduzione
h 14.30-17.30 lezioni teoriche
h 17.30-19.00 presentazione attività sperimentali
notte in albergo a Torino

martedì 17
mattina:
h 9-12 lezioni teoriche
h 12-13 inizio attività sperimentali: misure a Torino
pomeriggio:
h 14-18 attività sperimentali: misure a Torino
notte in albergo a Torino (con misure nel sonno su alcuni dei partecipanti)

mercoledì 18
mattina: partenza per Plateau Rosa con bus organizzato dalla scuola
pomeriggio: misure in quota e discussioni
notte al Plateau Rosa (con misure nel sonno su alcuni dei partecipanti)

giovedì 19
mattina: misure in quota
pomeriggio: misure in quota e discussioni
notte al Plateau Rosa (con misure nel sonno su alcuni dei partecipanti)

venerdi 20
mattina: elaborazione dati e discussioni
pomeriggio: conclusioni
partenza il venerdi pomeriggio per Milano/Torino (bus di linea o mezzi propri)

Docenti
Prof. Gianni Losano
Prof. Paolo Cerretelli
Prof. Pietro Enrico di Prampero
Prof. Pasquale Pagliaro
Prof. Fabrizio Benedetti
Prof. Michele Samaja

Tutors nelle attività sperimentali
Dott. Vittore Verratti
Dott. Christian Doria
Dott. Alessandro Grainer

 

Il corso 2013 della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF concerne la “Fisiologia Ambientale” con l’obiettivo di trasferire ai partecipanti conoscenze su principi e approcci scientifici e metodologici di questa disciplina volta allo studio delle reazioni e l’adattamento degli organismi esposti a differenti ambienti o a variazioni ambientali (temperatura, salinità, etc. fino all’inquinamento).

Il corso si terrà ad Alessandria, presso il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica (DISIT) – Università del Piemonte Orientale, sede di Alessandria Viale Teresa Michel n 11 - 15121 Alessandria dal 17 al 20 giugno 2013.

E’ coordinato dalla Prof.ssa Elena Fabbri (Università di Bologna), e svolto in collaborazione con la Prof.ssa Laura Canesi (Università di Genova) e il Prof. Aldo Viarengo (Università del Piemonte Orientale, Alessandria) che mette a disposizione i vari laboratori di ricerca entro i quali si svolgeranno le attività. Questo garantirà ai sottogruppi di partecipanti di avere un optimum di spazio disponibile per lavorare in prima persona, e di seguire a rotazione tutte le esperienze che verranno proposte.

Partecipanti

Il corso teorico-pratico è aperto ad un massimo di 15 giovani ricercatori (dottorandi, post-doc, etc.) di età inferiore ai 35 anni.

Non vi sono spese di partecipazione al corso

Alloggio

A scelta del partecipante (preferenza da segnalare al momento della domanda)

Hotel Europa (3 stelle) – raggiungibile dalla stazione ferroviaria in 15 min a piedi o in taxi (6euro), max 10 min a piedi dall’università
Camera singola + colazione = 50euro. Costo a persona per 4 notti 50x4 = 200 euro in singola
Camera doppia + colazione = 75euro. Costo a persona per 4 notti 37.5x4 =150 euro in doppia

Hotel Londra (4 stelle) – a 100 m dalla stazione ferroviaria. Autobus di fronte alla stazione per raggiungere l’Università.
Camera singola + colazione = 70euro. Costo a persona per 4 notti 70x4 =280 euro in singola
Costo camera doppia + colazione = 90euro. Costo a persona per 4 notti 45x4 =180 euro in doppia

Pranzi offerti presso la sede universitaria.

Cene libere. Cena di gruppo mercoledì 19 giugno.

Domanda di partecipazione

La richiesta, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri), dovrà essere inviata per email alla Prof.ssa Elena Fabbri (elena.fabbri@unibo.it). Se le richieste saranno eccedenti la disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto dell’età, del curriculum e della provenienza dei candidati.
Nota: ai fini della partecipazione NON sono richieste conoscenze specifiche inerenti i temi proposti.

 

PROGRAMMA

17 giugno, lunedì, ore 14: accoglienza dei partecipanti presso il Dipartimento DISIT. Distribuzione di materiale utile alle giornate in laboratorio, presentazione del Corso (Prof. Elena Fabbri, coordinatore). Apertura ufficiale con saluto del Presidente della SIF e del Presidente dell'ESCPB.

Lecture di apertura: Prof. Michael N. Moore (European Centre for Environment & Human Health, University of Exeter Medical School, Cornwall, UK). A seguire, seminari sugli obiettivi, gli approcci scientifici e metodologici della Fisiologia Ambientale (Proff. Laura Canesi e Aldo Viarengo).

18, 19 e 20 giugno: attività di laboratorio che riguarderanno l’approccio metodologico nella valutazione dello stato fisiologico di invertebrati modello, correntemente utilizzati per determinare le risposte fisiologiche allo stress ambientale in organismi marini e terrestri.

Lo svolgimento delle esperienze sarà seguito da personale di laboratorio specializzato di varie Università coinvolte (Dott.sse Susanna Sforzini, Caterina Oliveri e Marta Boeri, Univ del Piemonte Orientale, Dott.ssa Caterina Ciacci, Univ di Urbino; Dott.sse Rita Fabbri, Teresa Balbi e Arianna Smerilli, Univ Genova; Dott.ssa Sara Buratti, Univ di Bologna).

Le attività sperimentali saranno svolte in 3 gruppi di 5 persone per laboratorio, contemporaneamente in diversi laboratori, con uso di differenti protocolli e strumentazioni. A rotazione tutti i gruppi condurranno tutte le seguenti attività, ciascuna della durata di un giorno:

ATTIVITA’ 1 – Analisi proteomica dell’emolinfa
Prelievo dell’emolinfa da mitili, Mytilus galloprovincialis; separazione elettroforetica delle proteine del siero, visualizzazione dei prodotti, analisi di proteomica. Tecniche: elettroforesi mono e bidimensionale, GC/MS.

ATTIVITA’ 2 – Il mitilo Mytilus galloprovincialis come modello di studio in Fisiologia Ambientale
2a) Prelievo dell’emolinfa; analisi dei parametri funzionali della risposta immunitaria degli emociti circolanti (attività fagocitaria, produzione di radicali, rilascio di lisozima). Tecniche: microscopia ottica, a fluorescenza e confocale; spettrofotometria.
2b) Prelievo della ghiandola digestiva (o epatopancreas) da mitili di controllo e mitili preventivamente esposti a cadmio. Determinazione del contenuto in metallotioneine Tecniche: estrazione sequenziale mediante centrifugazione, precipitazione, spettrofotometria.

ATTIVITA’ 3 – Il verme terricolo Eisenia andrei come modello di studio in Fisiologia Ambientale
3a) Prelievo dei celomociti dai vermi, allestimento di vetrini e valutazione della stabilità delle membrane lisosomiali. Tecniche: Microscopia a fluorescenza
3b) Preparazione di sezioni al criostato, allestimenti di vetrini e determinazione dell’attività della Calcio-ATPasi nella parete intestinale di vermi terricoli. Tecniche: allestimento di vetrini istologici, colorazioni specifiche, microscopia.

 

 

Il corso 2014 (18°) della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF "Organizzazione funzionale del cervello e brain imaging nell’uomo" si terrà a Chieti presso L'Istituto di Tecnologie Avanzate Biomediche (I.T.A.B.) - Centro di Ateneo dell’Università “G. d’Annunzio” (Via Luigi Polacchi, 11 - ex Via Colle dell'Ara - 66100 Chieti) da martedi 20 a venerdi 23 maggio 2014.

Sede:
L’ITAB è un Centro di Ricerca dedicato allo sviluppo di tecnologie per le neuroimmagini e alle applicazioni delle tecniche di imaging funzionale alle neuroscienze.
L'Istituto è dedicato principalmente alla ricerca di base e clinica nell'ambito dell'imaging funzionale. Per questo motivo, la struttura è dotata di diverse tecnologie innovative quali: la Risonanza Magnetica (con tomografo a 3T); la Risonanza Magnetica funzionale combinata con l’Elettroencefalografia; l’Elettroencefalografia ad alta densità; la Magnetoencefalografia; la Stimolazione Magnetica Transcranica combinata con l’Elettroencefalografia; la Teletermografia di ultima generazione per imaging dinamico; la Spettroscopia nel vicino infrarosso.
La disponibilità nella stessa struttura di strumentazione per neuroimaging basata su tecnologie diverse, unico esempio in Italia, costituisce un valore aggiunto che ha permesso all’ITAB di ricoprire un ruolo di primo piano nel panorama della ricerca in neuroscienze non solo in Italia ma anche a livello europeo e mondiale.

Partecipanti:
Il corso teorico-pratico è aperto a un massimo di 16 ricercatori (dottorandi, postdocs, etc.) di età inferiore ai 35 anni. La partecipazione prevede un contributo parziale di 100 € a parziale copertura delle spese di organizzazione del corso, pernottamenti, lunch e cene.
Pernottamento (in camere multiple) e cena c/o RESIDENZA PERLA VERDE Bed & Breakfast - Strada La Torre 10 - 66013 Chieti Scalo, tel./fax (+39) 0871 577072 - mobile (+39) 333.5735055.
E’ previsto uno shuttle service (tranne arrivo) residenza > ITAB e viceversa per tutti i giorni di attività. Pranzo presso la sede del corso.

Application:
La richiesta di partecipazione, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri) dovrà essere inviata direttamente al responsabile SIF del corso prof. Giorgio Fanò Illic (fano@unich.it; fanoillic@gmail.com) entro il 20 Aprile 2014. Se le domande saranno eccedenti le disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto di età, formazione e provenienza geografica dei candidati. I ricercatori ammessi al corso riceveranno una comunicazione entro il 30 aprile insieme alle modalità per il versamento del contributo previsto.

PROGRAMMA PDF

 

 

Il corso 2015 della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF "Molecular and Cellular Biophysics of Excitable Cells" si terrà a Pavia presso gli Ex-Istituti di Fisiologia (Via Forlanini 4-6 Pavia) dal 29 giugno al 2 luglio 2015.

Organizzatore:
Prof. Egidio D'Angelo - Dipartimento di Scienze del Sistema Nervoso e del Comportamento
co-Organizzatori:
Prof. Mauro Toselli / Jacopo Magistretti - Dipartimento di Biologia e Biotecnologie
Prof. Roberto Bottinelli / Vittorio Ricci - Dipartimento di Medicina Molecolare

 

La Scuola è aperta a 12 studenti a cui viene chiesto di inivare la domanda di partecipazione ed il proprio CV direttamente al Responsabile della Scuola, prof. Egidio D'Angelo (egidiougo.dangelo@unipv.it) entro e non oltre il 19 giugno 2015. Se il numero di iscritti eccederà rispetto ai 12 previsti, si provvederà ad una selezione sulla base del CV.

La registrazione alla scuola è libera e gratuita; ogni studente dovrà comunque provvedere alle spese di viaggio e di alloggio. Gli studenti saranno alloggiati presso il Collegio Volta, in camera singola (35 euro/notte, colazione NON inclusa). I lunch saranno offerti dall'organizzazione.

Programma PDF

 

 

Il 20° corso 2016 della Scuola di Fisiologia e Biofisica della SIF avrà come argomento "Fisiologia della Nutrizione: metodi e misure" e si terrà presso la "Libera Università di Alcatraz" (www.alcatraz.it) Santa Cristina di Gubbio (PG), da martedi 10 a venerdi 13 maggio 2016.

Organizzatori:
Prof. Antonio Colantuoni, Università degli Studi Federico II di Napoli
Prof. Giorgio Fanò Illic, Libera Università di Alcatraz
Prof. Valeria Marsili, Università degli Studi di Perugia

Sede:
La Libera Università di Alcatraz è una libera associazione tra cittadini amanti della buona tavola e delle buone maniere fondata nel 1981.

  • 400 ettari di verde
  • 350-650 metri di altitudine
  • 150 posti a tavola (cucina biologica)
  • 65 posti letto distribuiti in 5 case di pietra, 1 torre medioevale, 4 bungalow
  • 20 Km di stradine nel bosco

Scopo:
La Fisiologia della nutrizione si occupa di capire e spiegare i meccanismi che sono alla base del complesso sistema che permette e giustifica l’alimentazione. Inoltre, studia le relazioni che si instaurano all’interno dell’organismo tra strutture ed apparati anche lontani, in maniera da definire, alla luce di una idea sistemica della fisiologia, le due fasi del bisogno nel mondo animale: il comportamento appetitivo e l’atto consumatorio.
Il corso, residenziale a carattere teorico-pratico sarà organizzato nei seguenti laboratori:

  • valutazione antropometrica e funzionale
  • determinazione della composizione corporea
  • calorimetria diretta e indiretta
  • metodi di valutazione delle preparazioni ed esperienze alimentari

Sono inoltre previsti interventi ad hoc dei Proff. Antonio Colantuoni, Fabio Benfenati Fiorenzo Conti, Alberto Battezzati e una tavola rotonda finale introdotta e coordinata dalla Prof. Valeria Marsili. A completamento del percorso, i ricercatori avranno la possibilità di eseguire metodiche di valutazione nutrizionale con apparecchiature avanzate (DEXA, BodPod, ecografia) presso il Centro ICANS dell’Università degli Studi di Milano, sotto la supervisione del Prof. Alberto Battezzati, in una successiva data di sabato da concordarsi con il docente.

Partecipazione:
La adesione alle attività del corso, aperta ad un massimo di 15 ricercatori (dottorandi, postdocs, etc.) senza limiti di età, è completamente gratuita. E’ previsto solo un contributo di 150 € a parziale copertura delle spese di soggiorno in pensione completa. La richiesta di partecipazione, accompagnata da un breve CV (max 4000 caratteri) dovrà essere inviata direttamente al Prof. Giorgio Fanò Illic (fanoillic@gmail.com) e per conoscenza alla Dott.ssa Valeria Marsili (valeria.marsili@unipg.it) e al Prof. Antonio Colantuoni (colantuo@unina.it) entro il 10 Aprile 2016. Se le domande saranno eccedenti le disponibilità, gli organizzatori si occuperanno della loro selezione tenendo conto di età, formazione e provenienza geografica dei candidati. I ricercatori ammessi al corso riceveranno una comunicazione entro il 30 aprile 2016 insieme alle modalità per il versamento, anticipato, del contributo previsto.

 

PROGRAMMA DEFINITIVO download

LOCANDINA PDF

Column 3